Gitz, Hypergio e voi. Lettera aperta a Civvì

 

James Baldwin alla macchina da scrivere
James Baldwin ha reso popolare il genere della lettera aperta come forma di protesta delle utenze marginali, periferiche e problematiche

Premessa

In questi giorni si discute su Meta-Wiki la riconferma degli steward: super-amministratori globali, che assommano in sé tutte le funzioni speciali degli admin, check-user, burocrati, oversighter, e le esercitano sia a livello locale sia globale su tutti i progetti della WMF. La riconferma degli steward italiani Vituzzu (Vito) e Sakretsu è molto controversa. L'oggetto delle critiche è il "global lock" applicato alla mia utenza Gitz6666 e poi annullato. Se ne discute sul Forum di questo blog e in inglese su Wikipediocracy.

Durante la riconferma di Vito ci sono stati un paio di botta e risposta tra me e lui sul mio global lock e sui comportamenti preoccupanti che ne sono seguiti. In uno di questi è intervenuta Civvì, che mi ha rimproverato di aver fatto circolare in una corrispondenza privata alcuni diff (ormai oscurati) contenenti informazioni personali su Hypergio (l'admin che mi ha bloccato a infinito sulla voce Orsini) e sul suo editing alla voce NCIA (un'agenzia della NATO per la quale lavora o lavorava, secondo quanto riportato dal Fatto quotidiano). Si tratta di vicende che vorrei raccontare nella serie di post "L'enciclopedia della stupidità. Orsineide di Gitz", di cui sinora sono riuscito a scrivere solo la prima parte.

Civvì è una wikipediana da quasi vent'anni, nonché una dei soci fondatori di Wikimedia Italia. Con alcune interruzioni, è stata amministratrice dal 2004 (rieletta nel 2016), burocrate dal 2005 (rieletta nel 2017). Se ricordo bene (non trovo più il diff) qualcuno l'ha definita "la costituzionalista di Wikipedia", non perché nella vita reale sia una docente di diritto costituzionale, io credo, ma per il suo contributo alla definizione della struttura e della fisionomia del progetto. I suoi commenti nelle discussioni meritano di essere letti con attenzione, non solo per la sua influenza personale ma anche per il contenuto chiaro, efficace e spesso utile. Per quanto mi riguarda, ho trovato dannosi i suoi interventi della vicenda Baoban, di cui prima o poi dovremo parlare: assieme alla vicenda Orsini, è il più grande fallimento della Wikipedia italiana nel 2023. Ma questo non modifica la mia considerazione per un'utente che nella comunità italowikipediana è giustamente ascoltata.

Nella riconferma di Vito come steward, Civvì scrive (mia traduzione dall'inglese):

Non ti ha mai attraversato la mente (né quella dei tuoi amici coinvolti in questo) che lavorare per una agenzia X non significa automaticamente che sei nel centro di comando, non hai mai sentito parlare di uffici che hanno una mensa, un caffé, un reparto acquisti di cancelleria, addetti alle pulizie o alla manutenzione, autisti, bidelli o altri ruoli molto molto lontani dalla torre d'avorio. No, lavorano per l'agenzia X, QUINDI sono sicuramente e automaticamente al centro della cospirazione globale e ciò è sufficiente per piombare nella vita delle persone, fare doxxing sui giornali, danneggiarle nella RL [real life]. Addio alla presunzione di buona fede.

Pubblico qui di seguito la mia risposta a Civvì, che di fatto è una lettera aperta agli utenti di Wikipedia sul conflitto di interessi, sul blocco applicato da Hypergio, sulla gestione della voce su Alessandro Orsini,  sulle responsabilità mie e altrui, sulle cause di ciò che è successo. Ho postato una prima stesura di questa lettera qui, sulla pagina utente di Civvì in Meta. Civvì ha replicato e ne è nata una discussione, anche con l'intervento di Danieleb2000 (altro utente italiano ripetutamente bloccato sulla voce Orsini). Questa stesura integra in un unico testo parte delle mie repliche in quella discussione.

Aggiornamento del 13 marzo 2024

Ieri Hypergio (rinominato Vengo dalla Luna) ha pubblicato una lettera di commiato sulla sua pagina utente, in cui tra le altre cose dice la sua sulla questione del conflitto di interessi, affrontata nella discussione con Civvì e nella mia lettera aperta. Qui una discussione sul Forum di questo sito.  

Lettera aperta a Civvì

Sono certo che in nessuna delle centinaia di pagine che ormai ho scritto, mio malgrado, su questa vicenda, ho mai sostenuto che Hypergio fosse un agente della NATO, cioè che il suo fosse un caso di WP:CSC. Anzi, so di averlo espressamente escluso in corrispondenze private e anche in pubblico (ad esempio qui). La NATO non pagherebbe mai qualcuno per avere lunghe discussioni sui parametri del template:Album o sulle regole delle PdC - altrimenti la Cina o la Russia ci avrebbero già invaso. Ai miei occhi, è probabile che Hypergio fosse in buona fede quando mi ha bloccato e che non avesse altra motivazione che fare ciò che gli sembrava giusto fare in quel momento come admin di it.wiki.

Detto questo, Hypergio era in COI. Non perché fosse corrotto e manovrato, o anche solo parziale e partigiano. Il COI non è uno stato mentale interno all'utente, ma una situazione di fatto che può gettare (per gli altri) un'ombra sul suo editing, danneggiando Wikipedia e altri soggetti (ad es., il datore di lavoro di Hypergio e lo stesso Hypergio). Perciò uno può essere militante e appassionato senza essere in COI (scrivo la voce sul mio gruppo rock preferito, "sono fichissimi!", ma personalmente non ci guadagno nulla) oppure può essere perfettamente neutrale e distaccato eppure essere in COI (e forse questo era il caso di Hypergio). Ma il fatto stesso che un quotidiano nazionale abbia pubblicato un articolo sul suo blocco di Gitz, dimostra che Hypergio era obiettivamente, inequivocabilmente in COI. Del resto da molti anni si teneva alla larga dalle voci sulla politica internazionale; non è mai intervenuto nelle discussioni sull'Invasione russa dell'Ucraina. Chissà, forse quando mi ha bloccato non sapeva chi fosse Orsini (e avrebbe quindi dovuto leggere con più attenzione la voce su cui era intervenuta la mia "modifica senza consenso" menzionata nel suo blocco) oppure gli sono antipatico personalmente e si voleva togliere una soddisfazione.

Detto questo, possiamo essere sicuri che il fatto di essere in COI non abbia alterato il suo giudizio? No, nessuno può esserne sicuro, tantomeno chi riceve il blocco, o chi lo osserva dall'esterno. Il buon senso avrebbe suggerito di non bloccarmi mentre segnalo (in modo veemente ma civile e fontato) seri problemi di neutralità sulla biografia di una figura pubblica. Quindi, per una questione di correttezza, penso che avreste dovuto annullare quel blocco applicato da un admin in COI a un utente in buona fede che non stava violando alcuna regola del codice di condotta di WP. E infatti Sakretsu poi l'ha fatto [1], certo a ragion veduta. Peraltro, visto che io ammettevo allora e ammetto oggi apertamente la mia incompatibilità con it.wiki, avreste potuto lasciare che mi ritirassi volontariamente dal progetto, come avevo proposto di fare scrivendo nella mailing list WikiIt-l [2] e come avevo chiesto allo stesso Hypergio.

Noto poi questo. Mi rimproveri il danno che avrei fatto alla "real life" di un wikipediano comunicando privatamente informazioni (diff) generalmente non note, ma comunque di pubblico dominio - quindi esercitando un mio diritto costituzionale, compatibile con i WMF Terms of Use. È un rimprovero legittimo: il fatto che fosse mio diritto farlo, non implica che fosse giusto farlo. Non sembri però altrettanto preoccupata del danno alla reputazione del soggetto di quella BLP, che per un anno ha chiesto una revisione della sua biografia chiaramente sbilanciata: non è anche quella una "real life"? Né sembri preoccupata del danno agli utenti che a causa di quella voce sono stati cartellinati e bloccati, costretti a fare umilianti dichiarazioni "negative" di conflitto di interessi (dichiarazioni di non essere in COI) in quanto supposti sostenitori di Orsini: non erano forse anche loro dei wikipediani? Gli admin che hanno scritto quella voce (nelle bozze, dopo aver rimosso dal ns0 uno stub perfettamente neutrale) e che l'hanno poi protetta col filo spinato non sono mai stati - non dico deflaggati - ma criticati in pubblico da un collega. Quell'admin che ha insistito per usare come fonte e citare per esteso nel testo il blog di un ex-BR, quell'altro admin che ha rimosso una recensione elogiativa di "Foreign Affairs" scegliendo di includere solo quelle critiche, quello che senza alcuna discussione comunitaria ha rimosso un template:P ben argomentato, quello che ha cancellato un commento di analogo tenore dalla pagina di discussione, quello che ha annullato una RdP sul comportamento dell'admin (miracolo, un diff non ancora oscurato! [3]), quello che ha annullato una modifica migliorativa che menzionava "WP:BLP" nell'oggetto, quello che ha "cassettato" tutte le discussioni in cui era stato sollevata la questione del NPOV - loro non hanno nessuna responsabilità per quel che è successo, eh?

La verità è che Hypergio è rimasto vittima, oltre che del suo blocco in COI, in quelle circostanze specifiche inopportuno e contrario al buon senso, soprattutto di questi comportamenti scorretti da parte degli admin di it.wiki. Attorno alla biografia di un vivente scritta in quel modo è inevitabile che si crei un avviluppo di interessi pubblici e privati (del vivente, dei suoi familiari, amici, sodali, compagni di partito, avvocati, collaboratori, supporters, ecc.) che possono ritorcesi contro Wikipedia e contro i wikipediani. Pensi forse che quella voce non fosse attentamente osservata dal biografato e dai suoi collaboratori? Per questo WP:BLP è una policy importante: per proteggere i viventi, ma anche i wikipediani.

Invece agli occhi tuoi e di molti italowikipediani il responsabile maggiore sono io, che ho cercato di rimediare alla situazione incresciosa di quella voce, senza violare alcuna regola di WP, e che, una volta cacciato dal vostro progetto in via amministrativa, senza possibilità di una discussione comunitaria, senza possibilità di appello, ho deciso di dire "chi ha fatto cosa" su quella voce a chi mi pare e piace.

In quelle circostanze, quella decisione mi sembrava giusta e anche oggi, col senno del poi, mi sembra giusta: non solo legittima in quanto esercizio di un diritto di informazione e di critica, ma sostanzialmente giusta. La motivazione non era certo "educare gli admin", ma dare un contributo (in realtà, un piccolo contributo) nel passaggio dalla situazione nel maggio 2023 (una pagina di attacco contro Orsini, una pagina discussione voce e una pagina discussione utente piene di abusi) alla situazione nel giugno/luglio 2023 (la voce italiana oscurata, la voce della Wikipedia inglese su Orsini). Non sarà l'ideale, ma questo passaggio è un miglioramento dell'enciclopedia. Continuo a credere che lamentarsi di ciò che stava succedendo su quella voce fosse la cosa giusta da fare per rispondere agli abusi di cui Danieleb2000, altri utenti e infine io stesso eravamo stati vittime. Quegli abusi hanno danneggiato il progetto, i wikipediani (compreso Hypergio) e il soggetto di una BLP. Ma di educare gli admin non mi importava affatto.

Del resto i wikipediani si educano da soli se hanno la possibilità di farlo discutendo. C'è stato un problema, qualcosa non ha funzionato su quella voce? I wikipediani italiani vogliono continuare a dirsi che è tutta colpa mia, oppure riescono a guardarsi in casa? Non avete mai avuto una discussione al Bar sulla vicenda: non è strano? Eppure c'è già un chiaro consenso sul fatto che la responsabilità dei danni al progetto e alle persone è tutta di Gitz, quello che è stato bloccato mentre cercava di correggere la voce. Questa è la risposta più semplice e meno interessante che potete darvi: quella che vi consente di non intervenire, di non discutere e di continuare come se nulla fosse.

Ma la gestione della voce, compreso il blocco di Hypergio, per non dire del global lock, è stata un disastro, certo non per colpa mia. Invece di lamentarvi delle ingiustizie che avreste subito da me, dovreste interrogarvi sui motivi che hanno provocato una gestione e un editing così disfunzionali. In questa vicenda, l'unica volta in cui ho provato a "educarvi" (per così dire) è stato nella discussione al Signpost, quando ho detto la mia sulla questione di come si sia arrivati a questo punto: può essere una cazzata, ma almeno è una opinione discutibile. La ripeto qui (in traduzione):

La catastrofe Orsini non sarebbe successa se avessimo avuto un sistema ben strutturato di richieste di pareri anche sul contenuto degli articoli, WP:INVOLVED in vigore e rispettato, una procedura per appellarsi pubblicamente ai blocchi, il Comitato arbitrale per il desysopping, e una cultura editoriale propensa a controllare e criticare l'autorità.

Commenti

  1. itawikinostra12/2/24 08:58

    La risposta di Civvi è la pura e consueta autodifesa della casta; cos'altro aspettarsi?
    Per quanto riguarda il COI, se davvero Hypergio lavora(va) per NCIA, di sicuro c'era un COI per definizione stessa di WP:COI (https://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Conflitto_di_interessi) proprio nell'editing di NCIA:

    "(...) una persona che scriva di sé stessa o che promuova le proprie attività o il proprio lavoro"

    e come nota (per cui è COI anche scrivere di un gruppo di cui si fa parte, anche senza intento promozionale):

    "(...) Rientra in questa tipologia anche chi, facendo parte di un gruppo musicale o un collettivo artistico o letterario o un gruppo di ricerca, scriva del gruppo di cui fa parte"

    Comunque abbiamo ormai capito che per gli admin Hypergio non era minimamente in COI, neanche nell'editing di NCIA. Vivono in un mondo tutto loro, dove non è più possibile distinguere la verità dalla menzogna e dalla supercazzola.

    Interessante anche l'intervento di Hypergio aka Vengo dalla Luna nella votazione per Vituzzu: Hypergio scrive che ha fatto un passo di lato da Wikipedia, però interviene sempre puntuale e pimpante per votare sia nel caso di Vituzzu/Steward che nelle riconferme dei suoi compagni admin:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Speciale:Contributi/Vengo_dalla_Luna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna comunque dire che la linea guida sul COI è stata pubblicata solo nel 2021 su it.wiki, tra l'altro su iniziativa determinante di Hypergio. Non c'è dubbio che era in COI quando ha scritto la voce sulla NCIA nel 2014, ma era anche un neoutente, che poteva ignorare che ci fosse qualcosa di "delicato" (non vietato) nella scrittura della voce sul proprio datore di lavoro. Sarà il tema di un post che voglio pubblicare presto, in parte già scritto: i nuovi utenti sono quasi sempre in COI, è inevitabile che sia così. Ad ogni modo, una volta creata la linea guida sul COI nel 2021, Hypergio forse avrebbe dovuto fare la dichiarazione di COI che essa prevede. Credo infatti che sia retroattiva - io l'ho interpretata così e nel 2022 ho fatto la dichiarazione per questa voce scritta in COI nel 2016, e anche altri admin (Kirk) la interpretano in questo modo e chiedono a utenti come Bieco blu di fare dichiarazioni di COI per voci scritte prima del 2021. Si tratterebbe comunque di una violazione minima (posto che Kirk abbia ragione e sia una violazione) perché il buon senso potrebbe suggerire di non applicare la linea guida in modo troppo rigoroso in queste circostanze.

      Elimina
    2. itawikinostra12/2/24 11:31

      Sulla risposta di Civvi, interessante anche il riferimento sarcastico a una "cospirazione globale"; in pratica ti ha dato indirettamente del GoMbLoDdiSta, atteggiamento tipico nel contemporaneo spirito del tempo, e di conseguenza anche degli admin di Wikipedia, di chi butta la palla in tribuna attaccando ad hominem perché privo di argomenti seri nel merito.
      Ammiro profondamente la tua pervicacia nel cercare un dialogo con queste persone.

      Elimina
    3. Solito copione... sempre la colpa al bloccato o ai bloccati! Tranne rare eccezioni, che qui non ho visto. Intanto ieri si è dimesso uno degli admin che hanno partecipato alla discussione sul global lock di Gitz, a fine gennaio si è dimesso un admin che ho visto bloccare utenti per attacchi personali a lui stesso (molto prima delle dimissioni ma in quei giorni si discuteva di WP:INVOLVED), a dicembre si è dimesso prima un admin di cui ci si lamentava per la poca attività e le azioni poco prima che scattassero 6 mesi di inattività (anche una parte di quella che tu chiami "casta" era contro la riconferma) e poi lo stesso admin che è inattivo anche come utente da poco dopo aver ricevuto un voto contro per un ennesimo blocco infinito eccessivo (anche Gitz lo aveva subito in precedenza e poi era stato rimodulato per discussione comunitaria). Segnale di qualcosa?

      Elimina
    4. @Gitz: non ha alcuna importanza quando sia stata effettivamente implementata la linea guida sul COI, perché questa è una cosa che sulle altre wiki (en.wiki su tutte) esiste già da tempo e anche su questo it.wiki è in colpevole ritardo; ma il punto non è copiare per forza quello che fanno gli altri, il punto è che essere liberi da conflitti di interessi è una questione di principio, o per dirla in linguaggio wikipediano, di buon senso, a prescindere dal fatto che sia scritto in una linea guida o meno, un po' come il tema della terzietà, anche questo discusso solo in questo periodo. Se scrivi una voce essendo in conflitto di interessi non potrai mai scrivere una voce neutrale, perciò è fondamentale offrire garanzie in questo senso, a maggior ragione essendo amministratore, visto che gli admin dovrebbero dare l'esempio. Non ci sarebbe neanche bisogno di specificarlo, ma se proprio lo si deve scrivere nero su bianco bisognava farlo fin dall'inizio e invece lo si sta facendo solo ora. Magari si sarebbero potute evitare delle pesanti esclusioni come quelle che stanno avvenendo adesso.

      Elimina
    5. Capisco e sono abbastanza d'accordo con te, ma se il COI di cui parli è la voce sulla NCIA, considera che quella voce (oltre a essere verificabile e neutrale) è stata scritta quando l'utente si era appena registrato e la linea guida sul COI non era ancora pubblicata: difficile rimproverarlo per questo. Se invece ti riferisci al blocco della mia utenza, beh, in effetti è difficile da giustificare. Io ho persino ipotizzato che credesse che Orsini fosse solo un sociologo del terrorismo, uno studioso delle BR, e non fosse bene informato del dibattito italiano sulla guerra. Da molti anni evitava di intervenire su temi dove potesse esserci un sospetto di COI. Chissà che cosa è successo.

      Elimina
    6. Come ho detto, quello di evitare di essere in COI è un principio di base, che dovrebbe essere universalmente condiviso a prescindere dal fatto che sia scritto nero su bianco su una linea guida, esattamente come quello sulla terzietà. Che la voce sulla NCIA sia verificabile e neutrale è qualcosa che sicuramente fa onore a Hypergio, ma sicuramente ha rischiato molto a scrivere proprio quella voce, perché oggettivamente il rischio di non essere imparziale nella stesura della voce era concreto. Nel momento in cui è successo il fattaccio ha sicuramente passato il segno, e non è che quello che ha fatto sia meno deprecabile solo perché non c'era una linea guida che lo proibiva espressamente, pensiero condiviso anche dal Fatto Quotidiano. Il fatto che Hypergio non abbia voluto replicare una volta contattato dai giornalisti, sparendo in fretta e furia dai social e dimettendosi in fretta e furia dopo anni di contribuzione senza minimamente appellarsi alla mancata presenza della linea guida sul COI, è segnale che forse era quantomeno consapevole di essere stato colto "con le mani nella marmellata".

      Elimina
  2. Che bello, Argeste ci legge. Ovviamente fa piacere, ma sarebbe ancora meglio se oltre a leggere Wikipedate ogni tanto volesse commentare, correggere, criticare - può dire quello che vuole e i suoi commenti non saranno mai cancellati. Tra l'altro il confronto potrebbe anche portare, se non all'intesa, quantomeno alla circolazione di informazioni. Ad esempio saprebbe che quando afferma "he [Gitz] is the same user who revealed personal details about other ones [Hypergio] (that they had never declared within Wikipedia)" sta affermando una cosa dimostrabilmente falsa e che in effetti nessuno sostiene più. Infatti lo stesso Vito nel suo commento "07:42, 9 February 2024" non menziona doxxing o outing quando riassumere le ragioni del global lock ("two reasons: the first one was the report that you were responsible of an off-wiki threat to the blocking admin [...]. The second reason was an email you sent about another admin whom you considerd to be acting in COI". Se Argeste o altri hanno dubbi sullo svolgimento dei fatti, nei limiti del rispetto dovuto per la riservatezza di tutti posso dare chiarimenti anche nella discussione sul Forum.

    RispondiElimina
  3. itawikinostra13/2/24 09:14

    A quanto pare anche Kirk39 rientra tra i lettori del blog:

    https://meta.wikimedia.org/w/index.php?title=Stewards/Confirm/2024/Vituzzu&diff=next&oldid=26224783

    Mi ero invece perso questo intervento di Friniate, poi misteriosamente rimosso da lui stesso:

    https://meta.wikimedia.org/w/index.php?title=Stewards/Confirm/2024/Vituzzu&diff=prev&oldid=26224783

    "Stiamo cercando con tutti i nostri sforzi di non permettere ai pov-pushers di trasformare it.wiki in un nuovo hr.wiki, o per dirla più chiaramente in uno strumento di propaganda e disinformazione politicamente orientato (...) Ma se it.wiki diventerà un nuovo hr.wiki sarà nonostante gli attuali amministratori, non certo grazie a loro"

    Un commento ai confini della realtà, comico senza volerlo.

    Interessante comunque che sia Kirk che Friniate si riferiscano esplicitamente agli "admin". Se ci fossero ancora dubbi, è palese che pensano proprio nella logica "noi admin" vs gli altri pezzenti.

    RispondiElimina

Posta un commento